Applicazioni 5G: Tim ed Ericsson, la dimostrazione a Torino

La prima automobile di serie guidata da remoto è stata presentata a Torino da Tim ed Ericsson in collaborazione con l’amministrazione comunale ed è soltanto una delle applicazioni del 5G. In piazza sono scesi anche prototipi dell’industria 4.0, turismo digitale, smart city, droni e il Pc 5G sviluppato da Intel.

Per abilitare il tutto è stata posizionata un’antenna a onde millimetriche in centro città, il propagarsi di questa tecnologia potrebbe portare ad un incremento di soluzioni smart per aiutare negli ambiti più disparati e questo evento ne è stata la dimostrazione. Oltre all’automobile guidata da remoto sono stati portati alcuni use prototipi per il turismo virtuale in HD, soluzioni per l’ottimizzazione dei servizi pubblici e droni per il monitoraggio ambientale. La vera forza sta nel far testare ai visitatori l’esperienza della guida da remoto e delle altre tecnologie.

Il risultato? una BMW i3 (completamente elettrica) che si muove liberamente per Piazza Castello senza che nessuno sieda al volante. Per il settore “droni” è stata presentata un’applicazione sviluppata con la collaborazione di Seikey che permette di ricevere dati in tempo reale sulle matrici ambientali.

La collaborazione con Comau ha dato vita a un simulatore che riproduce in 3D il movimento di un braccio robotico reale su un monitor. Altran ha portato poi alla realizzazione di una soluzione per la guida automatica di veicoli trasportatori per fabbriche e magazzini.

Sull’IoT la partnership tra Tim e Olivetti ha dato vita alla Smart City Control Room che prevede servizi integrati con il 5G per la città come: smart traffic, smart lighting, smart waste managing.

Per quanto riguarda il Turismo Digitale è stato messo a punto un tour immersivo nelle gallerie del Museo Pietro Micca, grazie a degli occhiali per la realtà virtuale. Questi occhiali permettono di interagire con una guida reale del museo e di avere accesso alle aree espositive che ora non sono accessibili al pubblico.

Insomma, Torino si conferma il polo nazionale e il laboratorio dell’innovazione tecnologica più avanzato, non solo per il settore automotive. Il 5G sta arrivando, con un’introduzione prevista tra il 2019 e il 2020 e già si sta facendo conoscere per le sue possibili applicazioni. Dovremo aspettare ancora un po’ prima di poter leggere 5G sui nostri Smartphone, ma guidare un’auto da remoto potrebbe essere un buon modo per ingannare l’attesa.

Fonte

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *