Siemens punta sull’IoT, via al MindSphere World Italia

L’associazione, fondata insieme a 17 partner, mira a estendere l’ecosistema di un sistema operativo aperto per l’Internet of Things e basato sul cloud. Oltre che nel nostro Paese, sarà operativa anche in Francia, Spagna e Portogallo.

SIemens Mindsphere

 

Diciassette partner al fianco di Siemens per lavorare allo sviluppo dell’Internet of Things. Si chiama MindSphere World Italia, l’associazione fondata da 18 tra società industriali, università e startup innovative per estendere l’ecosistema dell’omonimo sistema operativo.

MindSphere è un sistema operativo aperto per l’IoT, basato su cloud e fulcro dell’offerta Siemens nel campo della digitalizzazione. Consente di raccogliere, analizzare e trasformare i dati già disponibili, prodotti da uno stabilimento, un impianto o un’infrastruttura, in conoscenza e informazioni. Nata in Germania a gennaio, l’associazione sbarca in Italia per promuovere la diffusione dell’ecosistema MindSphere, oltre che nel nostro Paese, anche in Francia, Spagna e Portogallo.

“La creazione di una organizzazione locale di utenti MindSphere in Italia e nei Paesi assegnati rappresenta un altro importante passo avanti nella promozione dell’ecosistema che circonda la piattaforma aperta per l’IoT, ma anche un’ulteriore dimostrazione dell’importanza strategica del mercato italiano per Siemens nel settore industriale e del ruolo di Siemens a livello mondiale”, spiega Giuliano Busetto, presidente di MindSphere World Italia. “MindSphere si pone l’obiettivo di essere lo standard IoT per applicazioni su cloud nel mondo industriale e nelle infrastrutture”.

L’associazione mira a fornire supporto ai propri membri nello sviluppo e nel miglioramento delle soluzioni di IoT sulla piattaforma MindSphere, oltre che nel coinvolgimento di nuovi mercati nell’economia digitale. Si propone anche di suggerire requisiti per l’impiego industriale della piattaforma e di definire regole uniformi per l’utilizzo dei dati. Si occuperà inoltre di promuovere training, ricerca e sviluppo.

Insieme a Siemens, sono soci fondatori di MindSphere World Italia Buffoli Transfer, Camozzi Digital, Crippa, Engineering Ingegneria Informatica, Famar, Fondazione Politecnico di Milano, Itcore, Jobs, Mario Frigerio spa, Miraitek, Nordmeccanica, Pama, Rittal, Rettificatrici Ghiringhelli, Salmoiraghi, Sampsistemi e Zani.

“Con la creazione di una comunità locale che comprende aziende del mondo manifatturiero e del mondo It, di tutte le dimensioni e provenienti da diversi settori industriali, puntiamo a concretizzare e portare avanti un ecosistema basato su MindSphere. L’ampia esperienza e l’offerta dei partner dell’associazione – assicura Andrea Gozzi, segretario generale di MindSphere World Italia – apriranno agli utenti di tutta Italia, ma anche di Francia, Spagna e Portogallo, un potenziale di digitalizzazione completamente nuovo”.

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *