Svolta AI nelle imprese: il 40% pronto a rivoluzionare il modo di fare business

Secondo un’indagine Idc già nel 2018 le aziende italiane sarà protagonista di una trasformazione epocale. Entro la fine dell’anno almeno i tre quarti delle nuove soluzioni analitiche avranno integrato capacità di machine learning.

 

Entro la fine dell’anno il 40% delle aziende italiane subirà una prima trasformazione tecnologica. Già nel 2018 il ricorso sempre più frequente all’intelligenza artificiale avrà un impatto significativo sul modo di fare business di molte imprese.

Lo prevede Idc, società specializzata in ricerche di mercato. Entro la fine dell’anno almeno i tre quarti delle nuove soluzioni analitiche avranno integrato capacità di machine learning per venire incontro alle richieste delle aziende. Le aspettative delle imprese circa le potenzialità delle tecnologie AI stanno crescendo giorno dopo giorno e il loro impiego in prospettiva cambierà il modo in cui saranno gestiti e analizzati i dati, con effetti sui processi decisionali aziendali.

L’indagine, condotta da Idc a livello europeo, ha coinvolto anche un campione di imprese italiane. Proprio queste aziende hanno dimostrato una grande attenzione nei confronti dell’intelligenza artificiale applicata all’operatività aziendale. Il 40% si aspetta un impatto già quest’anno. Il 32% delle imprese italiane estende la finestra ai prossimi due anni. Solo il 12% prevede che il cambiamento avverrà tra tre e cinque anni e il restante 16% non prima dei prossimi cinque anni.

Una migliore business analytics significa un maggiore vantaggio competitivo. Il machine learning può amplificare questo effetto, permettendo di ricavare ancora più valore dai dati. I servizi e le soluzioni di machine learning via cloud possono rappresentare un catalizzatore importante per accelerare la sperimentazione e la trasformazione data-driven delle imprese di tutti i settori. Entro il 2021, prevede Idc, il 20% dei progetti di analytics, cognitive e intelligenza artificiale si appoggerà a un’infrastruttura eterogenea, sia on premise sia on cloud. Le aziende che sapranno dominare le nuove tecnologie e le piattaforme per la gestione degli insights riusciranno più di altre di comprendere i fattori che influenzeranno la customer satisfaction, la qualità dei prodotti e le performance finanziare dell’impresa.

Best practice e raccomandazioni per realizzare questi obiettivi saranno al centro del nuovo incontro organizzato da Go Reply e Google, in collaborazione con Idc, il prossimo 26 settembre a Milano nella sede di Google Italia. “From Data Intelligence to Cognitive Edge: Analytics & Machine Learning come strumento essenziale per il vantaggio competitivo delle imprese”, l’evento sarà l’occasione per cio e decision maker aziendali di comprendere perché le soluzioni machine learning basate su PaaS stanno incontrando il favore di una parte consistente del mercato. Analizzando anche come e perché la trasformazione del ruolo dell’informazione cambierà il modo di lavorare in azienda.

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *