5G: in Cina installate 480 mila base station, connessi in rete 100 milioni di dispositivi

5G

Il grande Paese asiatico pronto al salto economico ed industriale.

La rete di nuova generazione abiliterà su vasta scala l’industria 4.0, l’internet delle cose, la mobilità autonoma, l’intelligenza artificiale, le smer cities. Il 45% degli smartphone consegnati in Cina è già pronto per il 5G.

La seconda più grande economia al mondo, dopo gli Stati Uniti (secondo molti esperti ancora per poco), ha annunciato il raggiungimento del target di oltre 480 mila 5G base station installate in tutto il Paese.

Il direttore Wen Ku del ministero dell’Industria e dell’Information technology (Miit) ha reso noto che la Cina ha completato al 96% il suo programma annuale di realizzazione dell’infrastruttura 5G, grazie ad un’accelerazione resasi necessaria dalla pandemia di Covid-19, la crisi economica conseguita e la guerra dei dazi con gli Stati Uniti.

La rete 5G e i suoi effetti sull’economia

A seguito della progressiva attivazione delle stazioni radio, secondo quanto riportato dal South China Morning Post, ad oggi, sono oltre 100 milioni i dispositivi connessi alla rete di nuova generazione.

Complessivamente, ha annunciato il ministro dell’Industria, Xiao Yaqing, tramite l’Agenzia Xinhua News, il numero di utenti 5G in Cina ha superato la soglia dei 60 milioni.

Un traguardo di massima rilevanza economica, commerciale ed industriale, perché in questo modo, si legge su un articolo del Morning Post“è stato realizzato il tessuto connettivo base per lo sviluppo e l’applicazione su larga scala dell’Internet delle cose, dell’intelligenza artificiale, dei veicoli connessi ed autonomi, delle smart cities, dell’app economy, dell’industrial internet, della robotica e dell’internet 4.0”.

Il caso Shenzhen

Non a caso, qualche settimana fa, il sindaco della grande megalopoli di Shenzhen (13 milioni di abitanti), Chen Rugui, aveva dichiarato ufficialmente la piena coperta 5G del territorio urbano: “Abbiamo raggiunto l’obiettivo fissato nel 2019 di costruire 45.000 stazioni base per il 5G entro fine agosto 2020 per assicurare la copertura su tutta la città”.

Jia Xingdong, direttore dell’ufficio municipale dell’industria e dell’information technology di Shenzhen, ha dichiarato che il numero totale di stazioni base per il 5G della città ha superato quota 46.000, ponendo la città in anticipo rispetto al previsto.

A giugno 2020, 119 modelli su 197 nuovi lanciati sul mercato cinese erano smartphone 5G. Secondo stime della China Academy of Information and Communication Technology, il 45% delle consegne di smartphone in Cina riguarda ormai device abilitati al 5G.

Fonte: Key4Biz

Sei social? Condividi!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *