A Genova volano i droni 5G di Tim ed Ericsson

Partono i test con il primo Proof of Concept nato dall’accordo siglato con Regione Liguria, Comune di Genova e Liguria Digitale: con l’impiego di veicoli controllati da remoto sono state effettuate le sperimentazioni per i servizi innovativi dedicati alla pubblica sicurezza.

drone 5G

Al via a Genova ai primi test di servizi dedicati al controllo e al monitoraggio del territorio attraverso l’uso di droni e di veicoli di tipo rover controllati da remoto sfruttando il 5G.

La sperimentazione, che ha avuto luogo oggi dall’area del Great Campus agli Erzelli, dove ha sede il Digital Lab 5G e uno dei centri R&S globali di Ericsson in Italia, si avvale di una centrale operativa in Cloud realizzata da Tim, dalla quale è possibile gestire e controllare in modo automatizzato le varie missioni di volo o terrestri.

I droni pilotati dal Network Operation Service di Liguria Digitale hanno sorvolato i parchi di Nervi, dall’altra parte della città, mentre un rover, sempre guidato dalle sale operative di Liguria Digitale, ha esplorato le aree del campus.

Con questo Proof of concept entra quindi nella fase pienamente operativa il Memorandum of Understanding siglato a marzo dello scorso anno da Regione Liguria, Comune di Genova, Liguria Digitale, Ericsson e Tim, un piano che ha tra i principali obiettivi quello di rendere disponibili nuove applicazioni per i servizi innovativi dedicati a cittadini, imprese e pubblica amministrazione attraverso la rete mobile 5G. Olivetti, centro di eccellenza del gruppo Tim per le tecnologie IoT e Big Data, contribuisce al progetto mettendo in campo le sue competenze di analisi e disegno di scenari predittivi.

Le operazioni di monitoraggio del territorio svolte oggi a Genova hanno visto l’impiego di droni professionali e del relativo know-how del partner tecnologico Seikey, di rover controllati in logica 5G messi a punto da Ericsson grazie anche alle infrastrutture all’avanguardia e all’alta competenza professionale di Liguria Digitale.

La soluzione può essere personalizzata per meglio rispondere alle varie necessità: oltre alla tutela del territorio, infatti, la piattafarma Cloud robotics infrastructure di Timconnessa alla rete 5G apre nuove prospettive su soluzioni per la pubblica sicurezza, per il monitoraggio di infrastrutture critiche e, in prospettiva, anche per il trasporto di farmaci di prima necessità, di organi per i trapianti o apparati per il pronto intervento.

Questi sono solo alcuni degli esempi di applicazioni digitali, che potranno trarre vantaggio da una connessione a elevata velocità, qualità e bassa latenza per l’invio di dati e video in tempo reale.

“Il debutto spettacolare della tecnologia 5G, oggi a Genova, è simbolo della grande attenzione di Regione Liguria e Liguria Digitale per tecnologie sempre più avanzate e performanti, fondamentali per lo sviluppo dell’industria 4.0”, commenta in una nota il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti.

“Questo settore, in rapida espansione, rappresenta un nodo strategico per il futuro della nostra Regione. Insieme al Comune e a due grandi realtà come Tim e Ericsson, e grazie alle infrastrutture altamente performanti di Liguria Digitale, abbiamo realizzato, già un anno fa al polo tecnologico di Erzelli, il Digital Lab 5G.

Una rivincita per Genova che è entrata così a far parte del ristretto gruppo di città italiane che, per prime in Europa, stanno sperimentando il 5G, portando così nel capoluogo ligure il futuro della tecnologia mobile di ultima generazione e dell’Internet delle cose.

La nuova rete permetterà di utilizzare servizi innovativi e veloci per il nostro territorio, proiettando la Liguria sempre di più in un panorama di eccellenza anche a livello nazionale”.

Sei social? Condividi!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *