Gaming online, Italia in pole ma bisogna potenziare le reti in fibra

Sara Dahlsten, Consigliere dell’Ambasciata di Svezia a Roma: “Ingegneri qualificati ed elevate competenze nel design e nella creatività”. Ma la diffusione delle infrastrutture ultrabroadband è fondamentale per garantire la customer experience. Agevolazioni fiscali per gli sviluppatori e spinta alle partnership internazionali per la crescita dell’industria.

gaming-giochi

L’Italia con i suoi numerosi ingegneri qualificati e le sue ben note competenze nel design e nella creatività ha tutte le possibilità di avere successo nel settore del gaming”: lo ha detto Sara Dahlsten, Consigliere dell’Ambasciata di Svezia a Roma, in occasione dell’evento “Sweden’s Game boom- The secret to the success story” organizzato dall’Ambasciata Svedese in Italia e dall’associazione Swedish Game Industry.

Con una crescita del 33% ed un giro d’affari di 2 miliardi di euro nel 2018, la Svezia è fra i Paesi più attivi nell’industria del gaming: 41 le nuove compagnie e oltre 600 le nuove assunzioni legate al comparto.

“La stretta collaborazione tra industria, università e Stato – il cosiddetto modello a tripla elica – offre vantaggio competitivo e crea una combinazione di alto livello, nuovi modelli di business e spinge gli adeguamenti della legislazione”, ha spiegato Dahlsten.

Dopo la Silicon Valley – ha evidenziato il Consigliere – Stoccolma è il centro tecnologico più prolifico del mondo su base pro capite – leader nel numero di start-up e dei cosiddetti “unicorni”, startup valutate oltre 1 miliardo di dollari.

“L’industria dei giochi racchiude in sé tutti questi aspetti: importanza dell’innovazione, dell’infrastruttura digitale e dell’espansione globale. È anche un’industria altamente creativa e persino una forma d’arte. E per questo l’Italia ha grandi potenzialità”.

Stando ai dati presentati in occasione dell’evento capitolino – l’industria italiana del gaming vale 1,8 miliardi di euro (2018) ma per lo sviluppo e la crescita del comparto è necessario intervenire prevedendo ad esempio agevolazioni fiscali per gli sviluppatori.

Determinante accelerare sulla realizzazione delle reti in fibrasenza banda ultralarga sarà infatti impossibile sostenere lo sviluppo dell’industria del gaming online che necessita di adeguata capacità in termini di velocità e latenza per una customer experience soddisfacente.

E bisognerà anche favorire le relazioni con partner internazionali.

Fra le operazioni più rilevanti frutto delle relazioni Italia-Svezia l’acquisizione, nel 2019, dell’italiana Milestone da parte della svedese Thq Nordic, società il cui valore è stimato in 2,2 miliardi di euro.

 

Fonte: CorCom

Sei social? Condividi!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Posted in: