Intelligenza artificiale “modello Wuhan” al Campus biomedico di Roma

Il Policlinico universitario della Capitale adotta la tecnologia per le Tc polmonari: risposte in 20 secondi. Il sistema sarà messo a disposizione di tutte le strutture sanitarie nazionali.

Coronavirus

Un sistema di intelligenza artificiale per diagnosi precoce e il monitoraggio di polmoniti da Covid-19, in grado di fornire una risposta attendibile al 98,5% in 20 secondi partendo dall’analisi delle immagini della Tc polmonare.

Ad acquisire per primo in Europa questa tecnologia, utilizzata a Wuhan nel corso dell’emergenza Coronavirus, è il Policlinico universitario Campus Bio-Medico di Roma.

Il sistema è stato testato con successo su pazienti anonimizzati dai medici radiologi del Policlinico, guidati da Carlo Cosimo Quattrocchi e dal Direttore dell’Imaging Center Bruno Beomonte Zobel.

Gli ingegneri cinesi della società europea che ha ideato la soluzione tecnologica – si legge in una nota del Policlinico – hanno lavorato alacremente con il personale del Campus Bio-Medico per installare il sistema di intelligenza artificiale e insieme hanno lo hanno sviluppato per adattarlo alle esigenze italiane.

L’applicazione, oltre a fornire la risposta immediata sul tipo di polmonite, è in grado di calcolare il volume di compromissione polmonare espresso in centimetri cubici e di fornire pertanto una valutazione di prognosi, miglioramento o peggioramento della situazione del paziente.

Una volta implementata la tecnologia, il Policlinico Universitario la mette ora a disposizione di tutte le strutture laziali e nazionali.

Sarà infatti sufficiente agli ospedali di tutto il territorio fornire in via digitale le immagini TC polmonari dei pazienti e l’equipe dell’Imaging Center e della Diagnostica per Immagini del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico fornirà il riscontro strutturato del sistema di intelligenza artificiale.

Questa lettura dei dati concentrata favorirà inoltre l’apprendimento da parte del sistema per una performance sempre più accurata e aiuterà ad avere il quadro dell’evoluzione del contagio in maniera sempre più mirata e tempestiva.

Fonte: CorCom

Sei social? Condividi!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Posted in: