Open Fiber: ‘Connesse 6,2 milioni di unità immobiliari. 1,6 milioni nelle aree Infratel’. E il Mise lavora al Bul per fase 2

Se attraverso Open Fiber e agli altri operatori, le connessioni in fibra stanno accelerando nelle aree di mercato e in quelle oggetto dei bandi pubblici C e D, stentano a decollare nelle aree grigie. Per questo il Mise valuta l'intervento pubblico anche in queste.

Open Fiber

Open Fiber ha connesso ad oggi alla fibra ottica circa 6,2 milioni di unità immobiliari, di cui nelle aree Infratel circa 1,6 milioni.

È il dato aggiornato fornito dalla società, che spiega come nelle aree di mercato ‘A’ e ‘B’ la commercializzazione sia stata avviata in 84 città, numero che a fine anno si attesterà a circa 150 (il piano ne prevede complessivamente 271).

Nelle aree oggetto dei bandi pubblici C e D dalla fine del 2018 è stata invece avviata una sperimentazione commerciale in 4 Comuni, in questi giorni in corso di estensione ad ulteriori 70 Comuni.

Nelle aree dei bandi Infratel, sono oltre 1.350 i Comuni in cui sono in corso i lavori.

Open Fiber ricorda di aver presentato ad Infratel i progetti definitivi per tutti i Comuni oggetto di intervento e 1.651 progetti esecutivi (quelli che servono per avere l’ordine di avvio lavori).

Di questi 1.559 sono stati analizzati e approvati dalla stessa Infratel. I Comuni completati ad oggi sono circa 250 ma le procedure di collaudo prevedono passaggi amministrativi per cui i Comuni collaudabili (in possesso cioè di un certificato di ultimazione lavori – CUIR) sono 170.

I lavori per la rete Infratel, ricorda ancora Open Fiber, sono iniziati “solo a metà 2018, dopo una valanga di ricorsi e la definizione delle regole di gara, che sono diventate cogenti solo a fine dicembre 2017, con gare lanciate nei primi giorni di gennaio 2018. Ad oggi tutti i parametri, inclusi quelli per la rendicontazione dei fondi UE, sono stati rispettati”.

“Nonostante l’enorme complessità del progetto, – sottolinea infine la società – le attività procedono spedite”.

Il Mise al lavoro per avviare Bul per fase 2 nelle aree grigie

Se grazie anche ad Open Fiber e agli altri operatori, le connessioni in fibra stanno accelerando nelle aree di mercato e in quelle oggetto dei bandi pubblici C e D, stenta a decollare nelle aree grigie e nere, come emerge dal recente report di Infratel.

Per questo motivo si tiene oggi la nuova riunione del comitato per la banda ultra larga presieduto dal ministro dello sviluppo economico, Luigi Di Maio, per entrare nella fase due del piano nazionale.

In agenda la verifica dello stato di avanzamento del progetto per aree bianche (dove non c’e’ competizione), le cui gare sono state vinte da Open Fiber, e appunto il progetto per le aree grigie e l’ipotesi di utilizzo dei voucher per stimolare la domanda.

Di L. Garofalo - Key4Biz

Sei social? Condividi!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *