Pagamenti digitali, patto SisalPay-PayPal

Si potranno pagare oltre 500 servizi tra bollette, multe, bolli e tributi sul sito sisalpay.it e sull’app SisalPay utilizzando l’account PayPal. Ecco le novità.

payment

Asse PayPal–SisalPay sui pagamenti digitali. Il brand dei servizi di pagamento dei Gruppo Sisal e la società multinazionale attiva nei servizi e soluzioni per i pagamenti digitali, uniscono le forze per consentire di pagare le bollette, le multe, i bolli auto, ticket sanitari e i tributi sul sito sisalpay.it o sull’app SisalPay utilizzando PayPal, comodamente da casa o in mobilità, in modo semplice e smart.

Grazie a questo accordo, gli italiani potranno effettuare i pagamenti di tutti i giorni in modo sicuro, senza dover inserire i dati della propria carta di credito per ogni transazione, ma accedendo al proprio account PayPal tramite e-mail e password per procedere al pagamento.

servizi a disposizione sono oltre 500, tra cui quelli verso la Pubblica Amministrazione: SisalPay, infatti, risulta il canale preferito degli italiani per dialogare con la Pubblica Amministrazione e secondo i dati Agid almeno 1 pagamento su 4 (28%) verso la PA è stato effettuato attraverso l’ecosistema SisalPay.

La piattaforma online sisalpay.it e l’app SisalPay, strumenti ormai consolidati, si configura come un vero e proprio ecosistema digitale che rende ancora più semplice, comoda e veloce la gestione e i pagamenti di un’ampia gamma di servizi a valore aggiunto che integrano l’esperienza retail di SisalPay, presente oggi in oltre 40 mila punti vendita in tutta Italia.

In particolare, l’app, scaricabile gratuitamente dagli store Apple e Android, si configura come un servizio pensato non solo per gli utenti già abituati ad effettuare pagamenti online, ma soprattutto per gli oltre 15 milioni di italiani che preferiscono svolgere le proprie transazioni nei punti SisalPay (bar, tabacchi ed edicole), offrendo servizi aggiuntivi studiati appositamente per rispondere alle loro esigenze.

La funzionalità “Scatta e paga”, ad esempio, permette di pagare un bollettino nel tempo di una foto, mentre la funzionalità “Archivia ricevute”, dà la possibilità di archiviare e conservare in maniera digitale le ricevute dei pagamenti.

I dati elaborati per il Netcomm Forum 2019 hanno infatti dimostrato come il canale digitale sia ormai percepito come assolutamente complementare rispetto al punto vendita fisico e in molti casi possa essere utilizzato come incentivo per accontentare ulteriormente il consumatore e proporre a quest’ultimo un ulteriore incentivo per recarsi presso il negozio “in strada”.

Quest’anno, aumentano del 15% gli acquisti online degli italiani e toccano quota 31,5 miliardi di euro per un bacino totale del 44% della popolazione del nostro paese. È dunque necessario avere un’infrastruttura di vendita digitale performante e costantemente aggiornata dal punto di vista tecnico e coinvolgente dal punto di vista del design e dell’esperienza utente, sicura al 100% nei metodi di pagamento e nella navigazione e con una strategia di marketing ben strutturata per rispondere a tutte le esigenze di acquisto del consumatore finale.

Fonte: CorCom

Sei social? Condividi!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *