Regno Unito: da questa settimana si “accende” il 5G

Da questa settima, l’operatore britannico EE attiverà la prima rete 5G. A connettersi saranno sei città britanniche (dal 30 maggio 2019) per arrivare ad altre dieci entro la fine dell’anno.

Le città interessate dall’arrivo del 5G sono: Londra, Cardiff, Edimburgo, Manchester, Birmingham e Belfast.

Questo fa capire che, l’approccio dell’operatore tende a sviluppare prima di tutto le parti più trafficate di ogni città per poi sviluppare quelle a meno densità.

Per quanto riguarda Londra, l’approccio dell’operatore, si traduce in una copertura primaria delle principali stazioni ferroviarie e aeree come Covent Garden.

L’affidabilità della rete 5G di EE è uno dei principali punti di forza. Le connessioni 5G utilizzeranno uno spettro di banda ad alta capacità e renderanno più efficiente l’uso delle frequenze. Questo comporta che più utenti saranno connessi a un singolo hotspot, con uno standard del segnale migliore qualitativamente.

Il processo non è di certo rapido, anzi, la prima fase dell’installazione terminerà nel 2022, anno in cui la rete 5G sarà operativa e pronta per accogliere nuove bande di frequenza e, soprattutto nuove tecnologie. Nel 2023 ad essere abilitate saranno le funzionalità critiche a bassa latenza. Questo garantirà una migliore gestione del traffico dati in tempo reale.

La promessa di EE è quella di aggiornare cento siti al mese ampliando la propria rete ulteriormente, entro il 2020.

FONTE

Sei social? Condividi!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *