TikTok supera i 500 milioni di utenti attivi nel mondo e spuntano i primi data center in India

È una delle più ricche startup al mondo e la casa madre cinese continua ad investire in innovazione dell’app e in pubblicità. Presto il primo data center dell’azienda e il Paese scelto è l’India, uno dei mercati più significativi dopo la Cina.

tik tok

È l’ennesima riprova che l’economia digitale cinese ha dispiegato le vele da tempo ormai e i primi galeoni battenti bandiera del gigante asiatico cominciano a solcare gli oceani della post globalizzazione.

L’applicazione TikTok, lanciata nel 2016 e di proprietà dell’azienda cinese ByteDance, più nota in patria col nome di Douyin, consente all’utilizzatore di produrre e caricare micro video tra 15 e 60 secondi, per qualsiasi scopo (divertimento, interattenimento, social, campagne pubblicitarie e politiche, azioni di carattere civico, culturale e sociale), con diverse funzioni attivate e relative all’audio, la musica, i filtri, la velocità di riproduzione, fino agli effetti speciali.

Dopo una sua prima diffusione nazionale, TikTok è arrivata in Indonesia, poi Corea, Giappone, Vietnam, India e persino negli Stati Uniti. A livello globale ha oggi più di 500 milioni di utenti mensili, offerta in 150 mercati in 75 lingue, ed è stata scaricata complessivamente oltre un miliardo di volte, più di 100 milioni di volte solo negli USA.

In Europa, secondo dati ufficiali di fine 2018, l’applicazione è utilizzata da circa 2,5 milioni di utenti italiani, 2,7 milioni in Spagna, 3,7 milioni in Gran Bretagna, 4 milioni in Francia, 4,1 milioni in Germania.

TikTok ha uffici a Pechino, Berlino, Jakarta, Londra, Los Angeles, Mosca, Mumbai, Sao Paulo, Seoul, Shanghai, Singapore e Tokyo. Nel 2018 è stata una delle app più scaricate nel mondo e nel 2019 è sempre tra le prime cinque posizioni.

L’azienda madre ByteDance ha nel tempo implementato tutta una serie di soluzioni informatiche molto ambiziose e che pare stanno dando i loro frutti, come l’algoritmo che sceglie per l’utente i video migliori, le sfide tra profili, nuovi effetti video, chat, gaming e tanta pubblicità.

La spesa in advertising ha superato il miliardo di dollari l’anno passato ed in parte è stata addirittura portata avanti su piattaforme concorrenti come Snapchat e YouTube.

Ovviamente, tutto questo ha un valore, generato dai mercati, che valutano TikTok non meno di 75 miliardi di dollari, praticamente una delle più ricche startup al mondo.

Anche in termini di fatturato, la società si attende per il 2019 circa 18 miliardi di dollari, mentre nel 2020 già si parla di 30 miliardi di dollari.

In un’intervista su Business Standard, un portavoce di ByteDance ha dichiarato che il mercato indiano è uno dei più significativi per l’azienda e molti dei suoi dati sono qui custoditi in data center di terze parti: “ora crediamo che sia giunto il momento di realizzare un’infrastruttura di nostra proprietà”.

In India l’app è stata scaricata oltre 200 milioni di volte.

A testimonianza del riconoscimento da parte di ByteDance degli sforzi fatti da Nuova Delhi per adottare una nuova legislazione sulla protezione dei dati – ha precisato il rappresentante di ByteDance – siamo lieti di annunciare che stiamo facendo un passo significativo verso la creazione di un nostro data center proprio qui in India. Stiamo esaminando tutte le opzioni possibili per offrire ai nostri utenti indiani servizi sempre più sicuri, protetti e affidabili“.

 

Sei social? Condividi!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *